Curiosità, Dintorni, Informazioni utili

Non facciamo di tutta l’erba un fascio!

Quando vivi in un paese da piu’ di un anno impari ad integrarti nella cultura locale e apprezzarne anche le piu’ piccole cose. Di conseguenza, ti sentirai sempre di piu’ come a casa tua e cio’ ti porta spesso a difendere il tuo nuovo paese contro i (falsi) luoghi comuni che amici o parenti ti rinfacceranno non appena l’argomento salta fuori.

Ciao ragazzi, sono Margherita e ormai vivo a Leeuwarden da poco piu’ di un anno. Nella mia esperienza in Olanda, ho imparato ad accettare le, ormai comuni, domandine del tipo: Eh, chissa’ perché sei andata proprio in Olanda, oppure: Come va la vita ad Amsterdam?

Sono molte le storie che circolano sull’Olanda e, purtroppo, molte influenzano malamente l’opinione generale della gente sullo stile di vita che si conduce nell’ormai famoso “Paese dei Coffee Shop”.

Nell’articolo di oggi vi parlero’ di questi famosi tabu’ olandesi da sfatare sperando cosi’ da far cambiare un po’ idea ad amici e parenti.

Probabilmente, se vi chiedessi quali sono le prime cose che vi vengono in mente pensando all’Olanda, la risposta del 90% comprenderebbe le parole “Droga, Amsterdam e tulipani”. Certo, non posso negare l’evidenza e infatti la risposta sarebbe corretta, ma cio’ che é da puntualizzare – aspetto che molto spesso viene sopravvalutato – é il ruolo che l’erba ha qua in Olanda. Abitando nei Paesi Bassi da piu’ di un anno, vi posso dire che si, i coffee shop ci sono in quasi ogni citta’, ma é ormai una cosa abbastanza normale, niente di cui scandalizzarsi. Il primo aspetto da puntualizzare é che l’erba in Olanda non é legale, ma é semplicemente tollerata: l’erba nei Paesi Bassi infatti é solo esente da pena, ma ufficialmente é ancora illegale. Inoltre, molto spesso non sono gli olandesi a farne grande uso, quanto di piu’ turisti provenienti da tutto il mondo, recandosi principalmente nella capitale. La verita’ é che a molti olandesi non piace essere associati all’erba: altro mito da sfatare é fondato sulla convinzione che la rivendita di Marijuana sia la causa principale dell’aumento di criminalita’. Notizia del tutto sbagliata: il numero di criminali infatti é drasticamente calato nel corso degli anni, causando anche la chiusura di alcune prigioni per mancanza di prigionieri.

Parlando di Amsterdam, cio’ mi porta al secondo, falso mito olandese: l’Olanda non é solo Amsterdam. É un po’ come se, parlando dell’Italia, uno si soffermasse solo su Roma senza pensare ai tantissimi altri posti da vedere e visitare. Quando amici e parenti mi chiedono come vada la mia vita quassu’, in un modo o nell’altro, la capitale viene sempre menzionata. Quando rispondo dicendo che in realta’ vivo a Leeuwarden la loro reazione é: “Ma si, dai. Cosa vuoi che cambi?”. La verita’ é che l’Olanda ha molto di piu’ da offrire. La bellezza e il fascino del paese sta infatti nelle citta’ minori e, in quelli che amo chiamare, gli hidden spots, come per esempio i piccoli paesini localizzati specie nel nord del paese oppure la famosa Tulips road, una strada da percorrere in macchina lunga un centinaio di chilometri che offer distese colorate di fiori.

Un’altra cosa che ho notato, e che stupisce spesso, riguarda il concetto del red-light district, anche questo, presente in molte citta’ olandesi. Anche se il piu’ famoso e turistico si trova ad Amsterdam, anche in citta’ piu’ piccole come Leeuwarden é commune trovare un quartiere – o vicolo – dove le famose “donnine” offrono servizi. L’aspetto positive della cosa, pero’, é che é tutto legalizzato e infatti la prostituzione rappresenta una parte importante dell’economia olandese. Che ci crediate o no, le prostitute sono vere e proprie lavoratrici e pagano regolarmente le tasse come altri. Il governo ha deciso di istituire questi red-light district cosi’ da allontanare la prostituzione dalle strade e riservargli solo alcuni quartieri delineati della citta’, con i conseguenti controlli medici, fiscali e di ordine pubblico.

In tutto cio’, l’Olanda é comunque un paese con un alto tasso di controlli e anche ad andare in giro la sera per il centro delle citta’, vedrete la presenza costante di polizia per le strade. Solo perché i Paesi Bassi sono risaputi per la liberta’ che concedono ai cittadini, la situazione é sempre tenuta sotto controllo.

Per concludere, personalmente amo l’Olanda, con i suoi canali, l’atmosfera internazionale e il fatto che non ci si annoia mai. Quando ti trasferisci in paesi come questo, sta semplicemente a te decidere che uso fare della liberta’ concessa.

Ammetetelo, un po’ vi ho fatto cambiare idea. Curiosi di vivere voi stessi in prima persona cio’ che succede in una classica cittadina olandese? Vi aspettiamo presto qua a Leeuwarden!

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s