Le nostre esperienze

“PERCHÈ HO SCELTO L’OLANDA?”

Raimondo del Tufo, nato a Napoli venti anni fa e terrone fino al midollo.
Ormai più di due settimane fa sono partito per l’Olanda come studente Erasmus, più precisamente a Leeuwarden, la capitale della Frisia (immaginate la Valle d’Aosta olandese…), non proprio l’habitat naturale per un ragazzo di Napoli, abituato al sole, al mare e al “calore” nel senso generale del termine. Tutto vero, ma ora arriva il bello.
Premessa: perché l’Olanda? La verità è che ho un rapporto molto speciale con questo paese, avendolo visitato già diverse volte negli ultimi anni tra viaggio Interrail e giro dei Paesi Bassi in bicicletta. Dunque, quando la mia università italiana -Suor Orsola Benincasa- mi ha offerto la possibilità di studiare per un semestre all’estero, la mia scelta sulla destinazione non poteva essere diversa.
Lo scorso 4 febbario ho iniziato la mia carriera universitaria all’NHL Stenden University, la modernissima università di Leeuwarden che può vantare centinaia di studenti stranieri da tutto il mondo, aule studio con computer a disposizione degli studenti, mense, macchinette per il caffè (gratis) ogni 10 metri, biblioteche e addirittura un auditorium al piano terra per seguire le lezioni multimediali. Università abbastanza differente da come siamo abituati ad intenderla in Italia, con solo grandi e caotiche classi dove seguire i corsi e noiosissimi libri con cui studiare per preparare gli esami. Qui in Olanda il metodo di studio è essenzialmente l’esatto contrario: poca teoria ma tanta pratica, project work da presentare ogni settimana davanti alla classe (rigorosamente in inglese), lavori di gruppo e materiale di studio reperibile direttamente online.
Per quanto riguarda l’ambiente, ho avuto la fortuna di far subito amicizia con un gruppo di ragazzi e ragazze italiani all’università, molto socievoli e disponibili e grazie ai quali mi sono sentito subito parte della piccola “Little Italy” presente a Stenden, senza ovviamente trascurare tutte le altre amicizie che sto stringendo con ragazzi da ogni parte del mondo, tra Francesi, Tedeschi e Portoghesi fino a Coreani e Messicani.
È stato proprio il desiderio di confrontarmi con un nuovo e diverso metodo di studio universitario e la possibilità di conoscere e scoprire lo stile di vita di giovani studenti venuti in Olanda come me dagli angoli più remoti della Terra a farmi apprezzare e vivere con curiosità ogni giorno che trascorrerò qui in Erasmus, per arricchire il mio bagaglio culturale e di esperienze, migliorare il mio inglese (e, perché no, l’olandese) ed essere cosmopolita e cittadino del mondo nel vero senso della parola.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s