leeuwarden

MATA HARI: LA SEXY SPIA

Camminando per le strade di Leeuwarden, soprattutto in centro, capita spesso di vedere la figura di una donna, esposta specialmente sulle vetrine dei negozi.  Di questa donna, della quale il nome è Mata Hari, colpisce subito la sua bellezza in abiti di ballerina esotica risalente ai primi del 900.

 

Margaretha Gertruida Zelle, poi divenuta Mata Hari, nacque a Leeuwarden e divenne famosa per essere stata accusata di essere una spia dell’armata tedesca durante la I Guerra Mondiale e successivamente condannata a morte in Francia per fucilazione.

 

Di questa donna colpisce subito l’aspetto estetico, infatti, Mata Hari non è la tipica donna olandese che ci immaginiamo (bionda e occhi azzurri) ma al contrario, si presenta con una pelle olivastra, occhi e capelli scuri.

Cresciuta in una famiglia benestante, adotta subito uno stile di vita elevato, che sarà poi motivo di ricerca per un marito di una certa importanza e ceto sociale. 

Dopo aver avuto un matrimonio non molto felice con un generale militare che cercava moglie su un quotidiano, la donna decide di andare via di casa e trasferirsi a Parigi, luogo in cui un diplomatico francese la convince ad intraprendere una carriera da ballerina. Definendosi ballerina esotica indiana, Mata Hari inizia a riempire i palchi intrattenendo uomini di varie capitali europee, grazie alle sue curve, la sua pelle olivastra e il suo charm. Uomini di alto ceto cercano di accontentare la donna con gioielli e pellicce, pur di poter passare un momento con lei. Ben presto però, la sua carriera inizia ad affievolirsi, dovuto al fatto che nuove ballerine iniziarono ad entrare il mondo dello spettacolo.

 

Da qui iniziò la tattica della seduzione verso uomini di notevole importanza, tra i quali i più gettonati all’epoca erano gli ufficiali tedeschi durante la I Guerra Mondiale. Attraverso questo lavoro, Mata Hari incontrò l’uomo di cui si innamorò perdutamente, pagandogli le cure delle ferite causate dalla guerra. Ed è anche per questo motivo che accetta un incarico da parte dei francesi per spiare i tedeschi.

Questo non durò per molto perché i francesi iniziarono a pensare che in realtà Mata Hari abbia aiutato entrambi i francesi e tedeschi, quindi venne arrestata dalle truppe e condannata a morte.

Quello che colpisce di più è che anche al momento della sua morte, la donna non perde il suo savoir faire, soffiando un bacio ai suoi assassini.

La cosa che stupisce ancora gli studiosi è come Mata Hari non si sia fatta bendare per la sua fucilazione e come non abbia cambiato espressione quando i soldati aprirono il fuoco.

 

Ecco spiegata la vita di Mata Hari, apparentemente solo una figura esposta sulle vetrine dei negozi, ma in realtà fu molto di più. Questa per me è stata un’altra dimostrazione di  come questa piccola cittadina abbia tanta storia da raccontare a noi studenti stranieri.

 

 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s